Chi sono-Gigi Borruso

Gigi Borruso

La mia storia artistica

 
Gigi Borruso - biografia artistica
Autore, attore, regista. Palermo, 1962.



Si forma alla scuola di Michele Perriera, suo primo maestro, nel 1981. Fra gli anni ’80 e ’90, con il Teatés, sarà uno dei principali interpreti dello storico gruppo palermitano.Gigi_Borruso2
Altra importante tappa formativa, fra il 1995 e il ’99,  sarà la collaborazione con Roberto Guicciardini al Teatro Biondo Stabile di Palermo, come protagonista in alcuni dei più noti spettacoli del maestro toscano e come regista.

Alla fine degli anni ‘90 avvia un proprio percorso di ricerca: fonda la Compagnia dell'elica e, con Transit Teatro, dal 2010 al 2015, lavora fra Parigi e Palermo. 

Si è dedicato alla didattica teatrale, insegnando presso diverse realtà siciliane.
Ha  fondato e diretto, tra l’altro, la Scuola di Teatro di Gibellina, fra il 2005 e il 2007.
Insegna recitazione a Palermo alla Scuola dei Mestieri dello Spettacolo, diretta da Emma Dante. Dirige, inoltre, 
DanisinniLab, laboratorio teatrale di comunità, nello storico quartiere popolare palermitano di Danisinni.

Ha lavorato lungamente con la RAI come doppiatore e programmista-regista; dal 2013, collabora con il Teatro Massimo di Palermo, per il quale ha scritto i libretti e curato la regia delle opere La carovana volante e Le nuvole di carta.

Negli ultimi quindici anni si è concentrato sulla messa in scena dei propri testi. Con uno sguardo ancorato alla realtà siciliana, ma profondamente influenzato dai modi e le forme del fantastico, il suo teatro prende spunto da temi d’attualità per raccontare con ironia una dimensione paradossale e onirica dell’esistenza.

Il suo spettacolo Luigi che sempre ti penza, dedicato al mondo dell’emigrazione siciliana degli anni '60, è segnalato al Premio Dante Cappelletti nel 2006, finalista nel 2008 al Premio Ugo Betti per la drammaturgia e menzione speciale al Premio Museo Fratelli Cervi nel 2013. 

Nel 2009, con la pièce Fuori campo, vince il Premio Tuttoteatro.com alle Arti Sceniche
Nel 2015, con il testo Un errore umano, vince il Premio Fersen alla drammaturgia

Il testo Luigi che sempre ti penza è stato pubblicato da Navarra Editore nel 2011. 

Nel 2017, con i tipi della Vittorietti, pubblica Il suono della notte, il suo primo romanzo.

Curriculum_G_Borruso_completo.pdf

Una memoria teatrale: Babelturm
intervento pubblicato sulla rivista Margini n.2/2005

Uno spettacolo cresce come un organismo complesso e sfuggente. Le immagini maturate in solitudine si aprono e tessono la loro trama di segni vivi con gli attori; si moltiplicano fra attore e attore e nelle cento relazioni che una compagnia accoglie in sé.
La tensione si accumula, mentre tanti piccoli sogni, tanti piccoli incubi sgorgano in rivi sorprendenti, fecondi; oppure ottusi, presuntuosi s’incrostano sulla trama profonda del cammino che ognuno dentro di sé ha intuito e attendono che un sussulto di lucidità li cancelli o li trasformi. La marea dei segni e delle emozioni si dispiega, infine, nelle ultime prove e poi nello spettacolo, quando il linguaggio si apre vivo e disarmato al pubblico...